0

SPEDIZIONE GRATUITA

PAGAMENTO SICURO

RESI FACILI E GRATUITI

RIMBORSI AL 100%

Hotspot e Router LTE: quali sono le differenze e quale scegliere?

Hotspot e Router LTE: quali sono le differenze e quale scegliere?

15 Novembre 2021

4G, 5G e LTE: di che cosa si tratta?

Tutti noi navighiamo abitualmente ogni giorno sulla rete internet dai dispositivi mobili. Davvero in pochi però sono a conoscenza di come funzioni, in effetti, l’infrastruttura che ci consente di farlo comodamente.

Prima era stato il turno del 3G, poi a seguire 4G, LTE e 5G. Ma siamo sicuri di sapere di cosa si tratta e delle differenze? Senza andare in dettagli molto tecnici, concentriamoci subito sulla velocità di trasmissione dati: il primo beneficio di cui tutti siamo consapevoli anche senza essere esperti di reti. 

Fino a quando parliamo di 3G, 4G e 5G la terminologia numerica ci aiuta a capire il miglioramento che ne è derivato da un passaggio all’altro: la differenza sta nella velocità del trasferimento dei dati.  Il 3G ha una velocità di picco fino a 42 Mbps, quella 4G arriva a picchi di 100-150 Mbps. 

Cosa è a questo punto l’LTE? 

Di solito 4G e LTE sono considerati sinonimi ma a livello tecnico, delle differenze ci sono. Il 4G, come detto all’inizio è una tecnologia successiva al 3G e ha permesso una maggiore velocità di traffico dati per le reti mobili. LTE (Long Term Evolution), invece, è una delle tecnologie del 4G oggi disponibili sul mercato che si differenzia dai precedenti 3G e 3G+. In sintesi, l’LTE avrebbe dovuto fare da collante tra il 3G e il 4G. Per esempio, LTE per legge dovrebbe raggiungere i 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload, mentre il 4G deve superare queste velocità. Quale rete tra le due è la più veloce? Il 4G puro senza dubbio. Per quanto riguarda LTE, si arrivati oggi all’LTE Advanced. Ma in generale si tratta di una tecnologia destinata a scomparire per lasciare spazio alle evoluzioni del 4G. L’evoluzione diretta del 4G è il 4G+ che permette di connettersi a una velocità superiore fino a raggiungere i 450 Mbps. Il 4G+ è stato oggi superato dallo standard puro 4,5G che raggiunge i 500 Mbps nelle zone in cui ha una copertura adeguata. Oggi come sappiamo si parla di 5G che sta diventando sempre più reale e diffuso. Le reti 5G offrono velocità di circa 10-30 Gbps, il che vuol dire circa da 10 a 20 volte di più della rete 4G media. L’aumento esponenziale della velocità di download e upload che il 5G offre per garantire l’affidabilità della connettività batte il 4G e le connessioni cablate.

Come funziona un Router LTE

Perché questa lunga premessa? È capitato a tutti di trovarsi in situazioni in cui si necessita di connessione a Internet stabile e veloce ma non è possibile disporre di una linea fissa per diversi motivi. Si tratta magari di situazioni temporanee, come seconde case / uffici / negozi oppure di aree in cui la banda larga ancora non è disponibile oppure, ancora, non vi è la volontà di vincolarsi ad abbonamenti. Cosa fare se l’accesso ad una rete Internet e WiFi è necessario?

Bisogna prima di tutto dotarsi di una SIM di un operatore la cui copertura è garantita nella nostra area di interesse, dopodiché bisogna acquistare un dispositivo in cui inserire la SIM e che ci permetta l’accesso a Internet. Sembra facile ma il mercato ci offre diverse alternative di prodotti che a loro volta si differenziano per caratteristiche e prestazioni. Sicuramente abbiamo sentito parlare di hotspot, spesso detti “saponette”, router portatili e router LTE domestici.

Meglio un router domestico o uno portatile?

Le premesse sono chiare, viviamo in un luogo dove non è disponibile la connessione ad alta velocità, non vogliamo nessun vincolo ad abbonamenti a lungo termine, non possiamo rinunciare a una connessione veloce e stabile, per noi, la nostra famiglia e i nostri dipendenti/colleghi. 

Vediamo a questo punto come barcamenarsi tra tutte le proposte che ci offre il mercato:

I primi, ossia, gli hotspot sono una delle soluzioni più diffuse. Detti anche saponette, sono alimentati da una batteria che dura fino a 12 ore e consentono di collegarsi facilmente alla rete WiFi. Tra i modelli più venduti di NETGEAR ci sono l’AirCard 810 e AirCard 797 e si adattano facilmente alle esigenze di coloro che hanno bisogno di connessione durante i viaggi di piacere. 

Un’evoluzione degli hotspot, sono i router portatili LTE, che a differenza degli hotspot permettono di collegare più dispositivi in WiFi, hanno una batteria che dura fino a 24 ore e una maggior raggio di copertura. NETGEAR offre ben tre diversi prodotti, tutti dotati di schermo a colori, porta Ethernet e gestibili tramite app:

  • MR5200 – il meglio del mercato che unisce 5G e standard WiFi 6
  • MR2100 – velocità fino a 2Gbps
  • MR1100 – velocità fino a 1Gbps

Questi router portatili, se collegati al cavo di alimentazione, funzionano anche senza batteria e sono perfetti per chi viaggia per lavoro, cerca prestazioni da primo della classe e deve collegare più dispositivi alla rete WiFi. 

Infine, i router LTE da casa, per i quali non è valida l’opzione viaggio ma rispondono alle esigenze di coloro che vivono in aree non raggiunte dalla fibra. Si tratta di situazioni in cui si ha bisogno di una rete WiFi stabile che copra tutti gli angoli della casa e che permetta di collegare molti dispositivi contemporaneamente. Insomma, dei veri e propri router che sfruttano la connessione cellulare. Al momento è possibile scegliere tra il router Orbi LTE (LBR20) e il router Nighthawk WiFi 6 (LAX20), veri e propri router con prestazioni eccellenti che possono essere anche utilizzati come back-up per la linea fissa, laddove disponibile.

Tutti i prodotti NETGEAR sono compatibili con le SIM di tutti gli operatori del mercato italiano: Vodafone, Wind 3, Fastweb, TIM, Iliad, Poste Mobile, Coop e altri. 

Non vi resta che scegliere la soluzione più adatta alle vostre esigenze e scegliere un operatore la cui copertura soddisfa le vostre esigenze.

I commenti sono chiusi.